Loading...

Blog

Designed in Venice

Ci sono materiali che raccontano la storia dei luoghi meglio di quanto possano fare le parole. I muri di mattoni rossi, gli scuri di legno verde, lo zinco delle grondaie riportano, infatti, subito alla mente le immagini di Venezia, delle sue calli strette, delle case affacciate sui canali e della raffinata cura con cui l’artigianato del luogo ha saputo abbellire gli esterni di questa città magica.

Lo zinco, in particolare, è legato profondamente al tessuto imprenditoriale della zona. Nel polo industriale di Porto Marghera, infatti, dagli anni ‘30 del Novecento lo stabilimento dove oggi sorge Zintek lavorava la materia prima proveniente dalla Sardegna, per trasformarla in un laminato flessibile e di facile lavorazione, già impiegato in tutta Europa per l’edilizia e l’architettura.

Oggi quello stesso stabilimento produce un materiale che dello zinco può essere considerato l’erede, ovvero lo zintek®, una lega di zinco-rame-titanio che, oltre a essere malleabile e lavorabile, si rivela particolarmente resistente senza il bisogno di trattamenti protettivi. Fattori che lo rendono pratico e affidabile, soprattutto in un contesto, quello lagunare, dove gli edifici sono costantemente a contatto con l’acqua.

È questo il caso del Molino Stucky, uno dei più importanti esempi dell’edilizia industriale dell’800, trasformato nel 2007 in un albergo a cinque stelle. Vista l’importanza storica, il restauro della costruzione ha richiesto un particolare rispetto delle strutture e dei materiali originari, come appunto lo zinco delle coperture, sostituito nei lavori di rifacimento dallo zintek®, che ne ha conservato l’immagine. Analogamente, il laminato è stato scelto per i rivestimenti nel recupero di un altro simbolo di Venezia, l’antica fabbrica delle Conterie sull’isola di Murano, oggi convertita in un complesso di alloggi.

Ad accomunare queste opere, la volontà di unire passato e modernità, valori da sempre portati avanti dalle aziende di Porto Marghera. Il distretto industriale, che quest’anno festeggia i suoi (primi) 100 anni, ha infatti ospitato e ospita imprese che, proprio come Zintek, creano innovazione a partire dalla tradizione del territorio e la esportano in tutto il mondo.

Zintek, in particolare, grazie al controllo totale della filiera interna all’azienda – che segue il materiale dalla fusione delle materie prime alla produzione del laminato, e lo accompagna poi nell’applicazione in architettura – rinsalda e rinnova il legame della produzione con la città di Venezia e la sua area industriale (e industriosa), dalla quale non si è mai allontanata. 

A ragione si può quindi definire lo zintek® un prodotto non solo Made in Italy, ma anche Designed in Venice.